Ogni individuo ha una propria identità sonora e musicale, in cui potersi riconoscere musicalmente vitale.

La musicoterapia permette di giungere ad uno sviluppo delle proprie capacità, ad un rafforzamento dell’Io, al miglioramento delle relazioni interpersonali e della socializzazione aprendo tutti i canali di comunicazione.

 

Cos’è la Musicoterapia?

La Musicoterapia è l’uso della musica e/o dei suoi elementi (suono, ritmo, melodia, armonia) in rapporto individuale o di gruppo, per facilitare e promuovere la comunicazione, la relazione, l’apprendimento, la mobilizzazione e l’espressione nella prospettiva di rispondere a bisogni fisici, emotivi, mentali, sociali e cognitivi degli individui.

lee-pigott-OJ4m4_yIgjY-unsplash.jpg

 

 

 

Scopi della musicoterapia:

sviluppare potenziali e/o riabilitare funzioni dell’individuo, in modo che egli possa ottenere una migliore integrazione sul piano intrapersonale e/o interpersonale, e conseguentemente una migliore qualità della vita attraverso la prevenzione, la riabilitazione e la terapia.

 

La Musicoterapia

  • stimola, già durante la gravidanza, l’apertura dei canali comunicativimadre - bambino e l’apprendimento del feto;

  • favorisce nei bambini e negli adolescenti un migliore sviluppo emotivo e cognitivo ed è un ottimo strumento per l’integrazione sociale e culturale;

  • permette di dar voce alla creatività degli anziani, facilitando il riconoscimento dei loro mondi affettivi ed emotivi, e lo scarico di ansie e tensioni, anche nel caso di demenze gravi;

  • è efficace nei casi di DSA, ADHD, disturbi della motricità e della percezione, disabilità motoria e sensoriale, autismo, altre forme di disabilità o disagio fisico e psichico.